Si conclude “in gloria” la stagione sportiva

  • 4 Giugno 2017

Domenica 28 Maggio si è svolto il consueto pranzo di fine stagione della Sezione AIA di Bra. Un’ottima occasione per ritrovarsi un’ultima volta prima dell’inizio delle vacanze: i “fischietti” braidesi sono finalmente pronti a godersi il meritato riposo, che arriva dopo una stagione 2016/2017 sicuramente positiva e ricca di soddisfazioni per i ragazzi del Presidente Marengo, con molti arbitri, tra le categorie regionali e nazionali, che si stanno giocando il passaggio di categoria.

A testimonianza del buon lavoro svolto, la consueta premiazione agli arbitri che nelle varie categorie provinciali e regionali si sono distinti nel corso della Stagione; premi che sono andati sia ai più giovani e di belle speranze per il futuro, ma che hanno tenuto conto anche dei più “anziani”, a testimonianza del fatto che l’impegno, la passione e la serietà che mettiamo sui campi ogni fine settimana devono essere sempre alti, a prescindere dall’età e dalla categoria, perché è solo in questo modo che i risultati arrivano.

Tra i tanti associati che hanno preso parte al pranzo erano presenti vari rappresentanti delle Sezioni piemontesi e anche alcuni membri del Comitato Regionale degli arbitri di Piemonte e Valle d’Aosta, tra cui il vice-presidente regionale Carrer, e i componenti Vergano, Lieuppoz e Borgis; il pranzo di fine stagione è così stato un bel momento di festa e di vita associativa per tutti, ma la Sezione di Bra non si è fermata qui.

L’1 e il 2 giugno, infatti, la squadra sezionale ha preso parte, come consuetudine, allo storico Memorial “Cuneaz”, organizzato ogni due anni dalla Sezione di Aosta. Dopo anni e anni di tentativi, un’eroica cavalcata ha permesso alla compagine braidese di aggiudicarsi il trofeo per la prima volta nella sua storia: in 9 partite giocate, 12 sono stati i gol segnati e solo 5 quelli subiti, per arrivare ad una vittoria ancora più bella se si considera il fatto che i 18 ragazzi guidati da mister Grillo si sono presi la soddisfazione prima di battere la sezione di Cuneo in un affascinante “derby” della Granda in semifinale, e poi di avere ragione nientemeno che dei padroni di casa nella finalissima. Si tratta del secondo trofeo che va in bacheca per la Sezione di Bra, dopo il primo storico trionfo a Nichelino nel 2012.

Al di là della gioia per la vittoria, il torneo è stato un’occasione per rilassarsi dopo una stagione impegnativa, e per cementare ancora di più quello “spirito di gruppo” che in ogni squadra è fondamentale, non solo per le occasioni di svago come questa, ma per tutta la durata della stagione; quando si scende in campo non si è mai soli, ma c’è tutta una Sezione ad aiutarci e a sostenerci.

 

Porello Andrea